PADANA ACCUMULATORI - BATTERIE PER MULETTO

Padana Accumulatori offre batterie trazione per muletti elettrici,
carrelli elevatori e transpallet! 

Disponiamo di una vasta gamma di elementi trazione a ricambio per batterie trazione.

PADANA ACCUMULATORI - BATTERIE PER MULETTO

I nostri prodotti sono tutti certificati e con 24 mesi di garanzia totale. Le nostre batterie arrivano direttamente dalla fabbrica, vengono assemblate nel nostro stabilimento, testate e vendute sul mercato a prezzi concorrenziali. 

ISTRUZIONI E NORME D’USO DELLA BATTERIA TRAZIONE AD USO INDUSTRIALE 

NORME PER L’USO, IL CONTROLLO E LA MANUTENZIONE

UTILIZZO:
è buona norma utilizzare la batteria evitando scariche profonde, oltre l’80% della capacità nominale espressa sulla targhetta applicata sulla batteria.

Il limite della scarica corrisponde alle seguenti densità dell’elettrolito, riferite a 30°C:

1,140 Kg/L per batterie Serie PzS

1,160 Kg/L per batterie Serie PzSH

Le scariche profonde, oltre l’80% della capacità nominale pregiudicano il buon funzionamento e la durata della vita della batteria industriale.

CARICA:
al termine di ogni turno lavorativo, ed in ogni caso allorché l’elettrolito presenti le densità sopracitate o inferiori, caricare la batteria collegandola al relativo raddrizzatore di corrente, avendo cura di eseguire prima le operazioni seguenti:

·       Aprire il coperchio del vano della batteria;

·       In caso che la batteria sia assemblata con tappi di chiusura standard sollevare la parte superiore affinché’ venga eliminato l’idrogeno prodotto durante il ciclo di ricarica, se la batteria è assemblata con sistema di rabbocco centralizzato non eseguire l’operazione al punto 2;

·       Inserire il termometro in un elemento centrale e verificare che la temperatura dell’elettrolito, prima dell’inizio della carica, sia inferiore a 30°C.

Verificare che durante la carica la temperatura non superi i 45°C e che alla fine del processo l’elettrolito abbia raggiunto una densità a 30 °C di:

1,270 +/- 0,005 Kg/L per serie PzS

1,290 +/- 0,005 Kg/L PER SERIE PzSH

·       Terminata la fase di carica, nel caso di batterie senza l’applicazione del rabbocco centralizzato, verificare che il livello dell’elettrolito si trovi a 15 / 20 mm sopra le bandiere e sia visibile sul fondo del corpo all’interno dei tappi;

·       Rabboccare con acqua distillata quando necessario, evitando le aggiunte eccessive e non uniformi; nel caso di batterie equipaggiate con il sistema a rabbocco centralizzato, basta osservare gli indicatori di livello e collegare, se necessario, le batterie al contenitore d’acqua finché il segnalatore di flusso indica la fine dell’operazione.

PULIZIA
al termine dell’operazione di carica, asciugare e pulire con cura i coperchi degli elementi e tutte le parti esterne della batteria.

E’ molto importante mantenere pulita ed asciutta ogni parte della batteria, provvedendo ad ingrassare periodicamente i terminali, per prevenire dannose corrosioni che possono compromettere il funzionamento e la durata della batteria stessa.

BATTERIE POCO UTILIZZATE:
le batterie non utilizzate devono essere mantenute in ambiente coperto, fresco, asciutto, non polveroso ed al riparo dal gelo. Eseguire dei controlli e delle ricariche periodicamente, con frequenza almeno mensile.

Si raccomanda di non lasciare mai per più di 2 giorni le batterie scariche, con l’elettrolito a densità inferiore
1,180 / 1,200 Kg/L di eseguire delle ricariche complete prima di periodi di prolungata inattività.

ELETTROLITO:
l’elettrolito è una soluzione corrosiva di acido solforico che può provocare gravi ustioni.

In caso di contatto con gli occhi, lavare immediatamente ed abbondantemente con acqua e consultare un medico.

Si raccomanda di:

·       Rabboccare fino al livello prescritto, evitando di eccedere; sempre e solo esclusivamente dopo la carica.

·       Usare sempre una protezione per gli occhi quando si opera sulle batterie;

·       Se vi è pericolo di contatto con l’elettrolito indossare indumenti protettivi, come guanti e grembiuli.

PERICOLI DI ORIGINE ELETTRICA:
se un attrezzo metallico o altro oggetto conduttore cortocircuita i terminali di uno o più elementi, esso si riscalda e può causare ustioni.

Inoltre, si possono avere scintille o proiezioni di metalli fusi.

Si raccomandano le seguenti precauzioni:

  • Prima di operare sulle batterie, allontanare tutti gli oggetti metallici che si trovino nelle mani, sui polsi, sul collo o che possono cadere dalle tasche;
  • Usare sempre attrezzi isolati;
  • Non appoggiare utensili o altri conduttori sopra gli elementi;
  • Prendere tutte le precauzioni pertinenti alla tensione dell’impianto contro ogni pericolo di scosse elettriche.

SVILUPPO DI GAS E RACCOMANDAZIONI PER LA CARICA:
le batterie in carica, in servizio ed in movimento emettono i gas idrogeno ed ossigeno e goccioline di elettrolito corrosivo. La miscela di idrogeno ed aria produce esplosioni se viene accesa.

Si deve presumere che tale miscela esplosiva sia sempre presente in vicinanza della batteria.

Si raccomanda pertanto quanto segue:

  • Assicurarsi che il raddrizzatore sia compatibile con la tensione e la capacità della batteria;
  • Eseguire la carica in zona ben ventilata ed esclusivamente a ciò destinata;
  • Aprire il coperchio del vano della batteria ed in zona carico;
  • Non fumare e non usare fiamme libere in vicinanza della batteria ed in zona di carico;
  • Evitare i cortocircuiti e l’uso di qualunque sorgente di scintille in vicinanza delle batterie;
  • Collocare i mezzi per il pronto soccorso e l’antiincendio in luogo facilmente accessibile.

INSTALLAZIONE
si raccomanda di fare attenzione affinché non si abbiano fuoriuscite di elettrolito o danneggiamenti agli elementi:

  • Sollevare la batteria utilizzando apposite ed idonee attrezzature;
  • Verificare che il peso indicato sulla targa della batteria sia entro il peso limite specificato sulla targa del veicolo;
  • Assicurarsi che la batteria venga installata nella posizione corretta e che i dispositivi di bloccaggio siano ben fissati.

BATTERIE ESAUSTE:
si tenga presente che gli accumulatori al piombo fuori uso sono classificati “rifiuti tossici “e che per legge (D.L. N°397 Del 9.9.88 e Legge N° 475 del 8.11.88) è obbligatoria la loro consegna all’apposito Consorzio per lo smaltimento mediante riciclaggio.

IMPORTANTE:
per qualsiasi problema riguardante la batteria rivolgersi al
Servizio Assistenza della società
Padana Accumulatori S.r.l.

GARANZIA:

·       Le batterie sono garantite contro difetti di fabbricazione.

La Padana accumulatori si impegna ad effettuare in garanzia le riparazioni che ritiene necessarie;

·       Nel caso di sostituzione totale verrà fatturata la batteria nuova al prezzo in vigore al momento della sostituzione, diminuito di tanti dodicesimi quanto saranno i mesi mancanti per la batteria sostituita al compimento della garanzia;

·       La batteria acquistata nuova godrà di nuova garanzia.

Le parti sostituite passeranno in proprietà della Padana Accumulatori S.r.l.;

·       Sono esclusi dalla garanzia i contenitori metallici, i relativi accessori e gli accoppiatoi;

La mancata osservanza delle raccomandazioni soprariportate annulla la validità della nostra Garanzia.

Inviaci una mail

Trattamento dei dati:

10 + 12 =